Mattinate al CTB

13 dicembre09:00 - Teatro Sociale 

31 gennaio09:00 - Teatro Sociale 

11 aprile09:00 - Teatro Sociale 

anno scolastico 2018-2019
progetto e coordinamento Prof.ssa Lucia Mor - Università Cattolica del Sacro Cuore
direttore del corso Gian Mario Bandera - direttore del CTB Centro Teatrale Bresciano
luogo degli incontri Teatro Sociale - Via Felice Cavallotti, 20 Brescia

Il progetto: finalità e contenuti
— Ogni mattinata si propone una duplice finalità. In primo luogo intende presentare agli studenti opere della tradizione teatrale e letteraria per fornire loro gli strumenti necessari ad una fruizione critica e consapevole degli spettacoli che andranno in scena al Teatro Sociale. Ciascun incontro sarà però anche occasione per ampliare in prospettiva interdisciplinare le tematiche e gli spunti offerti dai testi, per condurre, con un linguaggio adatto agli studenti del triennio della scuola superiore, un discorso culturale aperto a collegamenti tematici con la storia della pittura, della filosofia, del cinema.

Destinatari e calendario
— Destinatari dei quattro incontri previsti son i ragazzi del triennio delle scuole secondarie superiori di Brescia e provincia.
Le mattinate si svolgeranno nei giorni:
giovedì 25 ottobre 2018,
giovedì 13 dicembre 2018,
giovedì 31 gennaio 2019,
giovedì 11 aprile 2019
dalle 9.00 alle 12.00 al Teatro Sociale di Brescia.

Le quattro mattinate saranno dedicate rispettivamente a: L’anima buona del Sezuan di Bertolt Brecht, Le rane di Aristofane e Anfitrione di Plauto, Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson e infine, alla straordinaria figura di don Lorenzo Milani.
La prima mattinata indagherà le possibilità del bene e della bontà dell’essere umano fra miseria e ricchezza, tema che Bertolt Brecht ha messo al centro del dramma L’anima buona del Sezuan. Marco Castellari, studioso di storia del teatro tedesco, dedicherà la sua lezione alle domande aperte del testo brechtiano, riprendendo le parole di Giorgio Strehler che ne parlò come di “un Brecht molto umano”. Il tema verrà poi affrontato e sviluppato dal punto di vista economico ed etico-antropologico. Enrico Minelli, docente di economia politica, rifletterà sulla natura bifronte dell’economia, in bilico fra utopia e sfruttamento. Silvano Petrosino, docente di antropologia filosofica, parlerà del bene come di una “sfida”.

— L’occasione della presenza nel cartellone di due commedie dell’antichità classica consente di dedicare la seconda mattinata al tema dei diversi ruoli che in esse ha assunto il mito, con uno sguardo rivolto anche alla commedia moderna. De Le Rane di Aristofane Parlerà Maria Pia Pattoni, che rifletterà
su come il teatro, collocandosi fra realtà e finzione mitica, possa salvare la città. La lezione sul mito nella commedia latina sarà tenuta da Guido Milanese, che indagherà il rapporto fra divino e umano, domandandosi se l’Anfitrione di Plauto sia solo occasione di evasione e divertimento o se esso abbia invece qualcosa da dire sul tema delicato della divinità che si prende gioco degli uomini.
A una metamorfosi moderna del mito di Anfitrione sarà dedicato l’intervento di Davide Vago, che mostrerà come nelle mani del drammaturgo francese esso si sia trasformato in una “pièce à machines” per depistare la censura.

— Luci e ombre della natura umana saranno al centro della terza mattinata, dedicata all’opera Lo strano caso del Dottor Jeckyll e del Signor Hyde di Robert Louis Stevenson, di cui parlerà Franco Lonati con una lezione che collocherà il testo nell’epoca in cui è stato scritto, mostrando come devianza,
decadenza e degenerazione fossero tipiche ossessioni vittoriane. Una lettura in chiave psicologica dei temi messi a fuoco dall’opera di Stevenson verrà offerta da Maria Luisa Gennari, che analizzerà il tema del doppio e dell’ambivalenza nell’esperienza delle relazioni umane. Valerio Terraroli, infine, illustrerà come i temi dell’identità e dell’alterità siano stati rappresentati dall’arte tra Ottocento e Novecento.

— Protagonista della quarta e ultima mattinata sarà la figura straordinaria di don Lorenzo Milani, tenace difensore degli ultimi. Nella sua lezione intitolata “Per una scuola della Parola”, Domenico Simeone racconterà, con il supporto di materiali video, la storia della Scuola di Barbiana, fondata da don Milani per aiutare i figli analfabeti di contadini che vivevano nella miseria ad accedere all’istruzione, unico strumento di riscatto. La ricostruzione storica sarà arricchita dalla presenza, preziosissima, della voce di un testimone, Agostino Burberi, allievo di don Milani.

Articolazione interna
Ciascuna mattinata intende offrire una prospettiva interdisciplinare ospitando l’intervento di tre voci di esperti e, se disponibili, anche dei protagonisti, registi e/o attori, degli spettacoli.


Modalità
Al ciclo di lezioni sono ammessi gli studenti del triennio delle scuole superiori di Brescia e provincia, fino ad un massimo di 350 partecipanti; ogni istituto potrà iscrivere non più di 25 allievi per Mattinata (salvo diversa disponibilità).
La domanda di iscrizione dovrà pervenire entro il 28 settembre 2018 e dovrà contenere esplicita autorizzazione del capo d’Istituto.
Essa potrà essere inoltrata al Centro Teatrale Bresciano tramite fax 0302928619 oppure via e-mail, all’indirizzo: ferrari@centroteatralebresciano.it

Agli studenti iscritti verrà rilasciato un attestato di frequenza con il numero effettivo delle ore di partecipazione. L’attestato avrà valore di credito formativo o scolastico, secondo quanto deliberato dagli organi collegiali di ogni singolo istituto.
La certificazione delle presenze deve essere espressamente richiesta dall’insegnante di riferimento al momento dell’iscrizione ai seminari.
La domanda dovrà contenere: nome, cognome, luogo e data di nascita, classe d’appartenenza, insegnante di riferimento, di ciascuno studente.
Nel caso non vi sia interesse alla certificazione, basterà inviare il numero degli studenti partecipanti, la classe di appartenenza e l’insegnante di riferimento.
Non è richiesto alcun contributo finanziario all’iniziativa


Ti potrebbe interessare anche


Anfitrione

Anfitrione

DAL 25 FEBBRAIO 2019 AL 26 FEBBRAIO 2019

La Voce - opera pittorica di Franco Accursio Gulino

Jekyll

DAL 29 GENNAIO 2019 AL 10 FEBBRAIO 2019

Le rane

Le rane

DAL 12 DICEMBRE 2018 AL 16 DICEMBRE 2018

L'anima buona del Sezuan

L'anima buona del Sezuan

DAL 23 OTTOBRE 2018 AL 04 NOVEMBRE 2018