STAGE SUI LINGUAGGI TEATRALI Dante in coro

Gli aspetti dinamici del linguaggio poetico de "La Divina Commedia" e l’efficacia del loro utilizzo in coro
Corso di aggiornamento per docenti delle scuole di ogni ordine e grado promosso ai sensi della Legge n. 107 del 13/07/2015
condotto da Lucilla Giagnoni
direttore del corso Gian Mario Bandera - direttore CTB Centro Teatrale Bresciano
destinato agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Brescia, per un massimo di 25 partecipanti
monte ore 28 ore (8 incontri) sede del corso spazio Guillaume di Brescia - Piazza Bruno Boni, 7 (di fianco all’entrata artisti del Teatro Sociale)

dal 10 al 12.09 spazio guillaume di brescia h 15.00 - 18.30
17 e 18.09 spazio guillaume di brescia h 15.00 - 18.30
dal 24 al 26.09 spazio guillaume di brescia h 15.00 - 18.30

Finalità del progetto
— Il corso si propone di far sperimentare ai partecipanti alcuni degli elementi fondamentali delle tecniche per la creazione di un coro. L’insegnante che voglia condurre un laboratorio teatrale all’interno della scuola, deve avere come primo obiettivo far lavorare tutti e tutti insieme e quindi essere a conoscenza delle dinamiche di un lavoro corale. Ma, tenute in considerazione le premesse qui sopra, questo percorso può essere di grande aiuto per l’insegnante in tutta la sua attività didattica. Attraverso lo studio del coro, per estensione, si acquisiranno conoscenze sulla comunicazione in generale, sul movimento corporeo, la voce, la narrazione, il dialogo, l’uso dello spazio e del testo.

Contenuti
— Lo scorso anno si è dato avvio ad una riflessione laboratoriale sul CORO che si concluderà l’anno prossimo con un lavoro sulle Operette Morali di Giacomo Leopardi. Quest’anno, nel corso del laboratorio, si affronterà La Divina Commedia come materia viva da interpretare, da “dire a voce alta” come facevano gli antichi, da “incorporare” e da far suonare nel corpo, riscoprendone la dimensione corale. Si analizzerà il testo a partire dalla lingua e dalle regole della metrica.

Obiettivi
• Acquisizione delle regole fondanti l’uso della parola • Acquisizione delle regole fondanti la poesia • Acquisizione di tecniche della dizione poetica • Acquisizione di una musicalità corale • Acquisizione di tecniche espressive relative al linguaggio teatrale • Acquisizione degli elementi fondanti una buona narrazione • Acquisizione di contenuti didattici sull’opera dantesca • Potenziare le capacità di spiegazione e di racconto con i ragazzi, imparando a riconoscere e trasmettere gli elementi di “contemporaneità” nei grandi classici • Acquisizione di una maggiore consapevolezza di sé attraverso l’atto performativo

Programma
• Analisi degli elementi fondanti del suono, della parola • Analisi della parola poetica (sintesi massima di un corpo che risuona nel cosmo) • Esercizi sullo spazio, sul corpo, sul suono, sul canto (individuali e corali) • Analisi e lettura del testo • Contributi narrativi intorno al testo dantesco • Lettura ad alta voce • Traduzione del testo dantesco in esercizio di pratica quotidiana della parola • Individuazione degli elementi teatrali nell’opera • Creazione di un Coro su La Divina Commedia

Struttura del corso
— La scansione del corso prevede otto incontri di tre ore e mezza in cui esercizi pratici si alterneranno a momenti di analisi e studio del testo.

Modalità d’attuazione
— Si richiede ai partecipanti di presentarsi con abiti comodi che permettano il movimento nello spazio. Il lavoro si svolgerà a partire da La Divina Commedia di Dante, percorrendo alcuni canti molto noti ed altri meno. Agli iscritti si richiede di imparare a memoria il Canto di Ulisse, XXVI Inferno, dal vv 85 al vv 142. A partire dai Canti scelti dal gruppo, verranno elaborate delle piccole narrazioni scaturite dall’analisi del testo dantesco.

quota di iscrizione 150 €
L’iscrizione al corso e il versamento della quota di partecipazione devono essere effettuate entro il 7 settembre 2018