Geppetto e Geppetto
genere/umano

La Palestra del Teatro

scritto e diretto da Tindaro Granata
regista assistente Francesca Porrini
allestimento Margherita Baldoni
luci e suoni Cristiano Cramerotti
movimenti di scena Micaela Sapienza
con Alessia Bellotto, Angelo Di Genio, Tindaro Granata, Carlo Guasconi, Paolo Li Volsi, Lucia Rea, Roberta Rosignoli
coproduzione Teatro Stabile di Genova, Festival delle Colline Torinesi, Proxima Res

 

Questa è la storia di un papà che vuole fare il papà e di un figlio che vuole fare il figlio: tra i due, all’apparenza, manca solo una mamma.

È la storia di uno scontro tra due uomini, uno giovane e uno adulto, che cercano entrambi il riconoscimento di una paternità.

È il desiderio di un Geppetto di farsi amare da un figlio che non è sangue del suo sangue, ma generato dal seme del proprio compagno.

È il desiderio di un ragazzo di ritrovare una figura paterna, vissuta nell'assenza di una figura materna, che lo possa accompagnare nel mondo degli adulti senza il peso della mancanza.

È possibile che 1 Geppetto + 1 Geppetto possa fare = 1 figlio?

È possibile, come è possibile che 1 Fatina + 1 Geppetto possa fare = 1 figlio!

Anzi, sarebbe più facile, ma la storia avrebbe gli stessi problemi dei due Geppetti, se non ci fosse amore; “se ci sarebbe più amore…” dicono i personaggi di questa storia.

Ecco, “se ci sarebbe più amore è la storia di Geppetto e Geppetto.

 

Tony e Luca stanno insieme da diversi anni, si amano: sono una famiglia.

Tony vuole diventare padre. Luca vuole aspettare.

La madre di Tony vuole evitare che accada.

Franca (amica dei due) vuole capire come si può fare.

I due vanno in Canada, e come il primo papà single della storia di tutte le storie, Geppetto, “fanno” il loro piccolino. Geppetto e Geppetto tornano in Italia con il loro figlio Matteo. Matteo cresce con amore. Passano trent’anni.

Il giorno del ventennale della morte di Tony, Matteo rivendica qualcosa al padre Luca, rovesciandogli addosso tutto quello che gli ha causato crescere in una famiglia non “normale”.

Lo accusa di qualcosa che è mancato. Luca si difende, ma qualsiasi cosa dica, agli occhi di Matteo, sbaglia.

I due si scontrano e si odiano e si ammazzano di botte e urlano e spaccano mobili e lasciano l’uno alla solitudine dell’altro.

È difficile essere figli di gay, ma è difficile anche essere padri di figli normali. Un giorno Matteo andrà, l’altro Geppetto perdonerà, come in una famiglia “normale”.

 Tindaro Granata


Ti potrebbe interessare anche


Giuliano

Giuliano

DAL 25 FEBBRAIO 2017 AL 28 FEBBRAIO 2017

Genesiquattrouno

Genesiquattrouno

23 FEBBRAIO 2017

Road movie

Road movie

17 DICEMBRE 2016