L'infinito tra parentesi

Brescia Contemporanea

di Marco Malvaldi
regia Piero Maccarinelli
con Maddalena Crippa e Giovanni Crippa
scene Maurizio Balò
musiche di Antonio Di Pofi
luci Alessandro Macorigh
produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Teatro della Toscana, Mittelfest 2019

 

Ne L’infinito tra parentesi Marco Malvaldi combina il suo istinto di giallista alla sua sapienza di chimico per raccontare una storia ricca di suspense incentrata sull’antico confronto tra scienza e umanesimo. Francesca, accademica di Letteratura, invita a cena il fratello Paolo, docente di fisica nello stesso ateneo. L’uomo ha intrapreso la complessa scalata alla carica di rettore. L’attesa spasmodica dei risultati, gli equilibri fra voti e candidature, il gioco di ipotesi e rivelazioni innescano una trama trascinante in cui sapere scientifico e umanistico si dipanano tra citazioni, poesia, musica, scoperte rivoluzionarie. A dar voce a questo coinvolgente duello due attori di grandissimo talento come Maddalena e Giovanni Crippa, diretti da un maestro della scena come Piero Maccarinelli.

Teatro Mina Mezzadri