Anelante

con Antonio Rezza
e con Ivan Bellavista, Manolo Muoio, Chiara A. Perrini, Enzo Di Norscia
(mai) scritto da Antonio Rezza
habitat di Flavia Mastrella
assistente alla creazione Massimo Camilli
disegno luci Mattia Vigo rielaborato da Daria Grispino
organizzazione generale Stefania Saltarelli
macchinista Andrea Zanarini
Produzione RezzaMastrella - Fondazione TPE - TSI La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello


In uno spazio privo di volume, il muro piatto chiude alla vista la carne rituale che esplode e si ribella. Non c’è dialogo per chi si parla sotto. Un matematico scrive a voce alta, un lettore parla mentre legge e non capisce ciò che legge ma solo ciò che dice. Con la saggezza senile l’adolescente, completamente in contrasto col buon senso, sguazza nel recinto circondato dalle cospirazioni. Spia, senza essere visto, personaggi che in piena vita si lasciano trasportare dagli eventi, perdizione e delirio lungo il muro. Il silenzio della morte contro l’oratoria patologica, un contrasto tra rumori, graffi e parole risonanti. Il suono stravolge il rimasuglio di un concetto e lo depaupera. Spazio alla logorrea, dissenteria della bocca in avaria, scarico intestinale dalla parte meno congeniale.

Antonio Rezza e Flavia Mastrella, ovvero RezzaMastrella, un combinato artistico inimitabile nel panorama teatrale contemporaneo, sono i Leoni d’oro alla carriera per il Teatro 2018. Lo ha stabilito il Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, facendo propria la proposta del Direttore del Settore Teatro Antonio Latella. Calcano le scene dall’87 Antonio Rezza e Flavia Mastrella, l’uno performer-autore e l’altra artista-autrice, sempre firmando a quattro mani l’ideazione e il progetto artistico degli spettacoli, che hanno raggiunto un pubblico di fan ampio e soprattutto trasversale. Antonio Rezza è “l'artista che fonde totalmente, in un solo corpo, le due distinzioni di attore e performer, distinzioni che grazie a lui perdono ogni barriera, creando una modalità dello stare in scena unica, per estro e a tratti per pura, folle e lucida genialità. Flavia Mastrella è l’artista che crea habitat e spazi scenici che sono forme d'arte che a sua volta Rezza abita e devasta con la sua strepitosa adesione; spazi che abita e al tempo stesso scardina, spazi che diventano oggetti che ispirano vicende e prendono vita grazia alla forza performativa del corpo e della voce di Rezza. Da questo connubio sono nati spettacoli assolutamente innovativi dal punto di vista del linguaggio teatrale” (dalla motivazione).


Platea intero 15€ / ridotto 10€ - Galleria intero 10€ / ridotto 8€
Biglietteria:
Teatro Sociale aperta nei giorni di spettacolo ( feriali 16.00-19.00 – domenica 15.30-18.00 Tel: 0302808600
Mail: biglietteria@centroteatralebresciano.it

Punto vendita in Piazza della Loggia 6
 aperto dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 ( escluso festività) Tel: 0302928609

Acquisto in rete: www.vivaticket.it e in tutti i punti vendita del circuito vivaticket


Seganlaimo inoltre che lo stesso giorno alle ore 16.30
nel Foyer del Teatro Sociale - via F.Cavallotti, 20 - Ingresso gratuito
Il giornalista Luca Canini intervista ANTONIO REZZA e FALVIA MASTRELLA
Antonio Rezza, recente vincitore insieme a Flavia Mastrella del Leone d'Oro alla Carriera per il Teatro 2018 della Biennale di Venezia.


Il Festival è del PROGETTO METAMORFOSI. È ideato e realizzato da Teatro19 con UOP23 della ASST Spedali Civili di Brescia e Animali Celesti Teatro d'Arte Civile. È parte del progetto RECOVERY.NET finanziato da Fondazione Cariplo con il bando Welfare in Azione 2018. Ha il sostegno di Fondazione ASM, il sostegno e il patrocinio del Comune di Brescia, è realizzato con la collaborazione del Centro Teatrale Bresciano e di Spazio Teatro I.Dra, Fondazione Brescia Musei, Fondazione Brescia Solidale. È parte delle azioni del Collettivo Extra-Ordinario.