Gli appuntamenti CTB in occasione de "La notte della Cultura 2018"

Teatro Santa Chiara Mina Mezzadri
h 18.00
Mina. Una stanza tutta per sè

Inaugurazione della mostra dedicata a Mina Mezzadri
L’allestimento nel foyer del Teatro Santa Chiara dà eco alla poetica teatrale di Mina Mezzadri, facendoci respirare ancora quel volo alto di intelligenza, spregiudicatezza, cultura, innovazione, sperimentazione, creatività. Attraverso immagini e parole renderemo un omaggio alla regista pioniera di un teatro libero e di ricerca, che con la Compagnia della Loggetta aveva vissuto un’avventura umana ed artistica irripetibile. Il CTB, con la collaborazione di Paola Carmignani, realizza un nuovo tassello del progetto Archivio in mostra. Una nuova occasione per valorizzare e far conoscere l’appassionante storia
teatrale della nostra città.

Ingresso libero

Chiostro del Teatro Santa Chiara Mina Mezzadri
h 19.00
Letture per Mina
a cura di Monica Conti
con (in o.a.) Monica Ceccardi, Monica Conti, Bruna Gozio, Giuseppina Turra

Quattro donne, quattro testimoni dell’arte di Mina Mezzadri raccontano la grande regista bresciana attraverso le letture di alcuni testi da lei messi in scena. Un emozionante viaggio teatrale ideato da Monica Conti nel luogo che ha visto nascere la Compagnia della Loggetta, il Centro Teatrale Bresciano e molti dei leggendari spettacoli di Mina Mezzadri.

Ingresso libero

Aula Magna Tovini Università Cattolica del Sacro Cuore
h 20.45
La lista. Salvare l’arte: il capolavoro di Pasquale Rotondi
di e con Laura Curino
collaborazione alla messa in scena Gabriele Vacis

Questa è una storia (quasi) sconosciuta. È la storia di Pasquale Rotondi, l’uomo che ha salvato quasi 10.000 opere d’arte italiane dalla rapacità nazista e dalla distruzione bellica. È l’otto settembre 1943, il governo si sgretola. Nessuno dà più ordini chiari, e c’è anche chi dà ordini irresponsabili. È qui che Rotondi, obbedendo solo alla sua coscienza, diventa eroico. Si deve a lui se i nazisti non sono riusciti a mettere le mani su molti Giorgione, Tintoretto, Piero della Francesca, Lotto, Mantegna, Donatello, Correggio, Caravaggio, Tiepolo... Coadiuvato da un drappello di fedelissimi Rotondi mette in salvo senza denaro e senza strumenti moltissime opere di immenso valore. È una storia che dà coraggio, fa riflettere sul significato della parola “responsabilità”.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili
È consigliata la prenotazione al numero 030 2928617