Lingua Blu - Streghe
– Teatro ragazzi

Impronte Teatrali

testo e regia Giuseppe Di Bello,
con Naya Dedemailan
organizzazione Michele Ciarla,
produzione UNOTEATRO Soc. Coop, Anfi Teatro


Lo spettacolo narra la fiaba di una bambina orfana che vive con una nonna molto speciale in un luogo dove le leggende si fondono spesso con la realtà. Dai racconti della nonna, la bambina impara tutto quello che c'è da sapere sulle streghe, su come riconoscerle, perchè le apparenze dicono sempre poco o niente della sostanza delle cose, e naturalmente su come difendersi. Casualmente, durante una vacanza, la bambina scopre che nel suo albergo le streghe tengono un convegno per pianificare un terribile progetto: con una pozione vogliono trasformare tutti i bambini in topi. Ma sarà proprio la bambina, pur trasformata in topo, a salvare il mondo dell'infanzia dal piano delle streghe, usando contro di esse la loro stessa pozione. La condivisione fra la nonna e la nipotina topolino diventa complicità, adattamento e accettazione, e pur continuando a regalare momenti esilaranti, commuove per il rispetto e l'amore che si allarga verso ogni forma di vita. Anche quella più discutibile. Tutti i personaggi della storia, ricca di emozioni, sono evocati dalla recitazione poliedrica della narratrice, in un ritmo incalzante, sempre tesa a restituire le emozioni del racconto.

Teatro Comunale di Cellatica