AVVISO IMPORTANTE


In osservanza degli ultimi provvedimenti sono annullati tutti gli spettacoli fino al 20 aprile 2021 compreso.
Leggi di più per conoscere le modalità e i termini della richiesta di rimborso.

Per informazioni contattare la biglietteria ai seguenti recapiti: mail biglietteria@centroteatralebresciano.it t. 030 2808600 (lun – ven dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.00, escluso i festivi).

un progetto di MitiPretese
scritto da Lucia Calamaro
regia MitiPretese (Mandracchia, Toffolatti e Torres)
con Manuela Mandracchia, Sandra Toffolatti, Mariàngeles Torres
e con Monica Bianchi
disegno luci Cesare Agoni
realizzazione Sergio Martinelli
scena e costumi Roberta Monopoli
musiche Francesco Santalucia
assistente alla regia Federica Zacchia
produzione CTB Centro Teatrale Bresciano, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Fondazione Teatro Due di Parma

si ringrazia Vinicio Ongini e la biblioteca di Zagarolo, la Fabbrica dell’attore-Teatro Vascello, Pablo Ceccareli, Aldo Signoretti

Sindrome italiana è il nome con cui due psichiatri ucraini hanno battezzato la depressione che colpisce molte donne dell’Est Europa che per lunghi anni vivono in Italia come colf e badanti. I sintomi di questa sindrome (cattivo umore, tristezza persistente, insonnia, stanchezza e fantasie suicide) si manifestano in queste donne al ritorno a casa. Dopo un lungo distacco, sentono i figli che si sono emotivamente allontanati, sentono affievolirsi il loro senso di maternità, avvertono una profonda solitudine e una radicale scissione identitaria. Non sanno più bene a quale famiglia, a quale parte dell’europa appartengano. Tre attrici-registe del calibro di Manuela Mandracchia, Sandra Toffolatti e Mariangeles Torres, coadiuvate dalla scrittura di Lucia Calamaro, indagano un incrocio di punti di vista pulsanti intorno al cuore delle nostre famiglie: quello delle donne dell’est ma anche il nostro, di donne e uomini dell’Ovest, di genitori anziani spesso soli e in difficoltà, ma tenaci nel difendere la loro indipendenza, di figli adulti incastrati in ritmi di lavoro e di vita spesso troppo vorticosi e di figli piccoli che non si sa a chi lasciare... Uno spettacolo che entra nel vivo di un argomento delicato come la cura degli anziani e dei bambini e il riconoscimento che la società dà (o spesso nega) a chi li accudisce. Un salto - fatto con ironia e passione civile, come è nella cifra stilistica delle tre attrici - nella quotidianità di moltissime famiglie dove lavorano e vivono queste donne. Per provare a far lievitare, se possibile, la comprensione e la vicinanza reciproca.


Ti potrebbe interessare anche


I POMERIGGI AL CTB 2018.2019

I POMERIGGI AL CTB 2018.2019

DAL 12 NOVEMBRE 2018 AL 09 MAGGIO 2019