AVVISO IMPORTANTE
PROROGA SOSPENSIONE ATTIVITÀ


Informiamo che nel rispetto delle disposizioni contenute nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 17 maggio, la sospensione di tutti gli spettacoli e le attività culturali è prorogata fino a domenica 14 giugno 2020 compreso.

A causa della chiusura totale dei teatri e dell’impossibilità di poter svolgere le prove è cancellata la produzione Fiaba Femmina.

Per maggiori informazioni clicca qui

Arsenico e Vecchi Merletti ANNULLATO
ANNULLATO PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE. SI PREGA DI CONTATTARE LA BIGLIETTERIA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

ANNULLATO PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE.
Lo spettacolo non potrà essere riprogrammato. I possessori di abbonamenti o biglietti dello spettacolo in oggetto possono rivolgersi alla biglietteria maggiori informazioni.

Lo spettacolo sostituisce Arlecchino servitore di due padroni

di Joseph Kesselring
traduzione Masolino D’Amico
regia Geppy Gleijeses
con Giulia Lazzarini e Anna Maria Guarneri 

e con Maria Alberta Navello, Mimmo Mignemi, Paolo Romano, Luigi Tabita
Tarcisio Branca, Bruno Crucitti, Francesco Guzzo, Daniele Biagini, Lorenzo Venturini
scene Franco Velchi
costumi Chiara Donato
musiche Matteo D’Amico
artigiano della luce Luigi Ascione
produzione GITIESSE Artisti riuniti
Lo spettacolo è dedicato a Mario Monicelli e liberamente ispirato alla sua prima regia teatrale

Lo scrittore Mortimer Brewster, ex scapolo convinto, torna a casa dalle zie Abby e Martha per raccontare del suo fresco matrimonio con Elaine Harper, ma scopre che le due amabili e anziane ziette "aiutano" quelli che affettuosamente chiamano i "loro signori", ossia gli inquilini ai quali affittano le camere, a lasciare la vita con un sorriso sulle labbra, offrendo loro del vino corretto con il veleno, per poi seppellirli nel Canale di Panama, la cantina di casa dove il fratello di Mortimer, Teddy (che crede di essere Theodore Roosevelt), scava e ricopre di continuo nuove buche per occultare i cadaveri...
Geppy Gleijeses dirige due grandi signore del teatro italiano come Anna Maria Guarneri e Giulia Lazzarini in una commedia brillante e piena di ritmo, resa celebre dall’omonimo film di Frank Capra.