AVVISO IMPORTANTE
PROROGA SOSPENSIONE ATTIVITÀ


Informiamo che nel rispetto delle disposizioni contenute nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 17 maggio, la sospensione di tutti gli spettacoli e le attività culturali è prorogata fino a domenica 14 giugno 2020 compreso.

A causa della chiusura totale dei teatri e dell’impossibilità di poter svolgere le prove è cancellata la produzione Fiaba Femmina.

Per maggiori informazioni clicca qui

Orgoglio e pregiudizio - ANNULLATO
ANNULLATO PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE. SI PREGA DI CONTATTARE LA BIGLIETTERIA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Altri Percorsi

ANNULLATO PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE.
Lo spettacolo non potrà essere riprogrammato. I possessori di abbonamenti o biglietti dello spettacolo in oggetto possono rivolgersi alla biglietteria maggiori informazioni.

da Jane Austen
adattamento di Antonio Piccolo
regia Arturo Cirillo
con Arturo Cirillo, Valentina Picello, Riccardo Buffonini, Alessandra De Santis, Rosario Giglio, Sara Putignano, Giacomo Vigentini, Giulia Trippetta
scene Dario Gessati
costumi Gianluca Falaschi
luci Camilla Piccioni
musiche Francesco De Melis
produzione Marche Teatro, Teatro Stabile di Napoli - Teatro Nazionale

prima versione teatrale italiana

Orgoglio e pregiudizio, tra i più celebri capolavori della Letteratura europea dell’Ottocento, è un vero e proprio classico moderno, amato da intere generazioni di lettrici e lettori e fonte d’ispirazione per schiere di artisti del cinema e del teatro, che ne hanno realizzato numerosi allestimenti per lo schermo e per la scena. Tra i più recenti si colloca questo spettacolo diretto e interpretato dal pluripremiato regista ed attore Arturo Cirillo. Nell’universo descritto da Jane Austen apparentemente non accade nulla di eclatante: le vicende ruotano attorno a ragazze della buona società che stanno abbandonando la fanciullezza per diventare donne da marito, con tutto il pudore, le aspettative, le insicurezze, e anche l’orgoglio e i pregiudizi che la giovinezza porta con sé. Un mondo dove ci si conosce danzando, ci si innamora conversando, ci si confida con la propria sorella perché i genitori sono prigionieri del proprio narcisismo e di rigide convenzioni… e dove il matrimonio è l’orizzonte di ogni discorso ed azione: un orizzonte scisso tra ambizioni sociali ed economiche e pulsioni romantiche di libertà, amore, affermazione di sé e affrancamento dalla famiglia. Jane Austen è maestra indiscussa nel dipingere le consuetudini, ambizioni e turbamenti della sua classe sociale, in sapientissimo equilibrio tra la spietata critica alle sue ipocrisie e al contempo un’amorosa dichiarazione d’appartenenza alla propria epoca. Ed è forse per questa inquieta, ironica e magistrale capacità di indagine e descrizione dell’animo umano che Orgoglio e pregiudizio non smette ancora oggi di affascinare e conquistare sempre nuovi lettori e nuovo pubblico.


Ti potrebbe interessare anche