D’estate al Chiostro
Sette letture sceniche per ricominciare

Festival

Per questa particolare estate 2020 il Centro Teatrale Bresciano presenta, nello spazio raccolto e poetico del Chiostro del Monastero di Santa Chiara, una Rassegna di letture sceniche tenute da alcuni dei più grandi artisti della scena italiana, legati al nostro teatro e alla città da lunga collaborazione e amicizia,
e che saranno protagonisti delle produzioni CTB della prossima Stagione.

Attori di immenso talento come Maria Paiato, Elena Bucci e Marco Sgrosso, Ludovica Modugno, Lucilla Giagnoni, Simone Cristicchi, Graziano Piazza e Viola Graziosi, Fausto Cabra presenteranno alcuni pezzi per solisti o a due voci: coinvolgenti letture, nuove drammaturgie o elaborazioni originali di grandi testi letterari e teatrali che, grazie alla loro straordinaria bravura, prenderanno vita per noi tra le arcate del chiostro, in sette serate teatrali dove protagonisti assoluti saranno la parola e l’ascolto.

Una Rassegna ad alta temperatura culturale, concepita e realizzata nel rispetto di ogni misura di sicurezza per il pubblico, per riallacciare dopo la lunga pausa di questi mesi il rapporto unico e speciale tra spettatori e artisti, e per vivere l’estate nella nostra meravigliosa città in compagnia delle emozioni insostituibili del teatro.

Un ringraziamento per il fondamentale sostegno al Comune di Brescia e per la preziosa collaborazione all’Università degli Studi di Brescia.
…E un grazie particolare al nostro pubblico, che ci ha aspettato e ci è stato vicino.
Siamo pronti a ricominciare insieme!

 

16 e 17 luglio, h 21.30
Maria Paiato
Una e una notte.
Omaggio a Flaiano

Un’attrice di straordinario talento come Maria Paiato ci regala un omaggio ad un grande maestro di scrittura ed ironia, Ennio Flaiano. Un divertente assolo teatrale tratto dal romanzo breve Una e una notte: in una caotica Roma anni ‘60, ingenua e un po’ provinciale, inebriata dal successo del mondo cinematografico, si muove Graziano, giovane aspirante giornalista, eterno vitellone velleitario e sognatore, protagonista di una folle notte animata da una sorprendente avventura amorosa... Un’onirica storia in magistrale equilibrio tra leggerezza e disincanto, comicità e malinconia.

 

​​​​​​20 e 21 luglio, h 21.30
Elena Bucci e Marco Sgrosso
All’antica italiana.
Storie di gente di teatro

Ispirati dal libro di Sergio Tofano, Elena Bucci e Marco Sgrosso raccontano i misteri, le bellezze e le miserie del teatro prima del cinema e della televisione. Un mondo così lontano e così vicino, fatto di suggeritori, trovarobe, guitti, capocomici, primedonne, cantanti, brillanti, portaceste, balie…. Una comunità nomade e girovaga, cialtrona e appassionata, comica e tragica, protagonista di un’epoca grandiosa dell’arte scenica. Le rivoluzioni, il coraggio, i capricci, gli slanci, le cadute dei nostri avi teatrali diventano un poetico romanzo da leggere in una sera d’estate.

 

23 e 24 luglio, h 21.30
Ludovica Modugno
L’altra verità.
Diario di una diversa

È la diversità, vissuta nella sua totale e ineludibile croce, a rendere gli esseri umani forti e unici nella loro meravigliosa e tragica fragilità? La storia della vita e della vocazione poetica di Alda Merini sembrano rispondere di sì. Accompagnati dalla straordinaria bravura di Ludovica Modugno, ripercorriamo una parabola umana eccezionale segnata dalla drammatica esperienza del manicomio. Un racconto emozionante che ci introduce con forza e vitalità nelle parole della poetessa, senza tralasciare l’ironia e la leggerezza che sempre illuminano le grandi intelligenze.

 

27 e 28 luglio 2020, ore 21.30
Lucilla Giagnoni
TERRA. Una carta dei diritti

Una meditazione teatrale intorno ai temi proposti dalla Carta della Terra, la dichiarazione di principi etici fondamentali per la costruzione di una società globale giusta, sostenibile e pacifica.
Lucilla Giagnoni, attrice amatissima dal pubblico bresciano, racconta i punti chiave della Carta mettendoli in relazione con la sua ricerca artistica e con l’esempio di tre grandissimi personaggi: Edipo, Antigone e San Francesco. Quattro modi di stare al mondo, quattro azioni, quattro visioni intorno alla comunità della vita su questa Terra.

 

30 e 31 luglio 2020, ore 21.30
Simone Cristicchi
Li romani in Russia

Tratto dall’omonimo poema in versi di Elia Marcelli, il monologo racconta l’orrore della guerra attraverso la voce di chi l’ha vissuta in prima persona, come in un ideale incontro tra il mondo delle borgate di Pasolini e le opere di Rigoni Stern e Bedeschi. Un teatro civile che unisce la metrica dell’ottava classica dei grandi poemi e il dialetto romanesco. Simone Cristicchi interpreta una galleria di personaggi, raccontando con passione e coinvolgimento questa tragica epopea, in un monologo corale e commovente in cui trovano spazio anche momenti ironici e divertenti.

 

3 e 4 agosto 2020, ore 21.30
Graziano Piazza e Viola Graziosi
Shakespeare for dummies / Sogno di una notte di mezza estate

Graziano Piazza e Viola Graziosi raccontano in modo inedito ed emozionante le meravigliose storie immaginate dal bardo. Alternando il dialogo tra gli attori e quello tra i personaggi, lo spettatore sarà condotto in un viaggio tra gli amori intricati ed incostanti di due mondi: quello del bosco fatato e quella corte del Duca di Atene. La parola di questo Shakespeare nostro contemporaneo ci aprirà il cuore al sentimento, alla visione e soprattutto all’immaginazione, attraverso la quale lo spettatore stesso potrà tessere la fitta tela delle vicende, così da diventare quasi il regista dello spettacolo.

 

6 e 7 agosto 2020, ore 21.30
Fausto Cabra e Mimosa Campironi
Il grande inquisitore.
Una lettura Jazz

Fausto Cabra rilegge le vertiginose pagine sul Grande Inquisitore da I fratelli Karamazov. Al suo fianco, in un esperimento di improvvisazione e contaminazione tra le voci di numerosi strumenti e la parola, è la musicista Mimosa Campironi. In questa indimenticabile parabola sul ritorno di Cristo in terra, riconosciuto e condannato a morte dalla Chiesa, è racchiusa una delle più alte meditazioni sulla libertà e sul rapporto tra fede e potere. Un duello tra due visioni del mondo che culmina nell’enigmatico, sconvolgente gesto finale di Cristo, in cui si racchiude tutta la sua sovrumana, insondabile e incompresa misericordia.

------------------------------------------------------------------------------------------------------

Informazioni
Centro Teatrale Bresciano
Piazza della Loggia, 6 - Brescia
t. 030 2928617 - info@centroteatralebresciano.it

Biglietti:
ingresso singolo € 9,00
abbonamento 7 serate € 49,00


Modalità di acquisto
Dal momento che i posti disponibili sono limitati, è possibile (e consigliabile) l’acquisto in prevendita.
Abbonamenti: a partire dal 22 giugno presso il punto vendita di Piazza della Loggia 6, aperto dal lunedì al venerdì (escluso festivi) dalle 10.00 alle 13.00.
Biglietti: a partire dal 29 giugno presso il punto vendita di Piazza Loggia 6 aperto dal lunedì al venerdì (escluso festivi) dalle 10.00 alle 13.00 e online sul sito vivaticket.it e in tutti i punti vendita del circuito vivaticket

L’accesso al punto vendita di Piazza Loggia è consentito con ingresso contingentato.
La biglietteria del Teatro Mina Mezzadri è aperta solo le sere di spettacolo a partire dalle 20.30, esclusivamente per la vendita dei biglietti dello spettacolo in programma per la sera stessa.

Modalità di accesso al chiostro
L’accesso al Chiostro avviene dal Teatro Mina Mezzadri. L’ingresso del pubblico, i percorsi di entrata ed uscita al Chiostro, la disposizione
delle sedute e del palcoscenico sono realizzati nel pieno rispetto di tutte le linee guida e le prescrizioni di sicurezza stabiliti dalle Autorità competenti in ambito nazionale e territoriale, per garantire agli spettatori, al personale di sala e agli artisti la piena tranquillità nello svolgimento di tutte le fasi della serata di spettacolo.