di Edmond Rostand
adattamento e regia Arturo Cirillo
con (in o. a.) Arturo Cirillo, Rosario Giglio, Francesco Petruzzelli, Valentina Picello, Giulia Trippetta, Giacomo Vigentini
scene Dario Gessati
costumi Gianluca Falaschi
luci Paolo Manti
musica originale e rielaborazioni Federico Odling
costumista collaboratrice Nika Campisi
assistente alla regia Mario Scandale
assistente alle scene Eleonora Ticca
produzione MARCHE TEATRO, Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Teatro Nazionale di Genova, ERT / Teatro Nazionale

Poeta e spadaccino, Cyrano è innamorato della bella cugina Rossana, ma non osa svelare il suo sentimento a causa di “quel naso che di un quarto d’ora ovunque mi precede”. Si offre così di aiutare Cristiano, giovanotto bello ma un po’ superficiale, a dichiararsi alla fanciulla, scrivendo per suo conto bellissime lettere d’amore… Arturo Cirillo dirige la famosa e triste vicenda descritta da Rostand, incontrata per la prima volta da bambino nella forma del musical e che, da allora, ha sempre conservato un posto privilegiato nella memoria del regista.

A distanza di oltre trent’anni, Cirillo porta in scena il suo Cyrano, accentuando il lato poetico e visionario del personaggio, uomo di spada ed eroe della retorica, attraverso la rielaborazione delle musiche di Ludovico Modugno della versione musical incontrata nella sua infanzia, cui si aggiungono altri autori, da Édith Piaf a Fiorenzo Carpi.

Un teatro canzone, o un modo per raccontare la vicenda d’amore tra Cyrano, Rossana e Cristiano attraverso non solo le parole ma anche le note, componendo un poetico viaggio nella memoria di un amore impossibile...

Un dramma musicale sulla storia di un uomo che si considerava brutto e non degno d’essere amato. Un uomo, o un personaggio, in fondo, che dal teatro è stato salvato.

Teatro Sociale


Ti potrebbe interessare anche


Mattinate al CTB

Mattinate al CTB

DAL 30 MARZO 2022 AL 03 OTTOBRE 2022


soci fondatori
con il sostegno di
Partner CTB