HAPPY NEXT alla ricerca della felicità

di Simone Cristicchi, Francesco Niccolini e Andrea Rivera
regia Roberto Aldorasi
con Simone Cristicchi
e con Ariele Vincenti, Cristina Piedimonte, David Voci Sciabordi
progetto scenografico a cura di Francesca Pasquinucci e Davide Giannoni
musiche Gabriele Ortenzi
costumi Francesco Esposito
disegno luci Veronica Penzo
produzione Centro Teatrale Bresciano, Teatro Stabile d’Abruzzo, Arca Azzurra

La ricerca della felicità è un tema antichissimo e fondamentale per ogni essere umano, un percorso capace di aprire nuovi orizzonti: dal fascino delle grandi idee filosofiche, politiche e religiose, fino alla meraviglia delle piccole cose spesso nascoste allo sguardo.

Dopo lo straordinario successo di Manuale di volo per uomo, Simone Cristicchi continua la sua collaborazione con il Centro Teatrale Bresciano - iniziata nel 2016 con Il secondo figlio di Dio - presentando il suo nuovo progetto teatrale, Happy Next.
Uno spettacolo che segna un cambiamento nello stile del cantattore, rompendo con le forme del monologo finora sperimentate e aprendosi a una coralità di interpreti, e che cerca di rispondere a domande necessarie, vitali. Anzi, alla più vitale e difficile delle domande: che cos’è la felicità? E cosa ci impedisce di essere felici? Esiste una ricetta per vivere in armonia con noi stessi e il mondo che ci ospita?
Un presentatore in crisi con se stesso e con i media, una valletta scossa dai suoi problemi, un direttore tecnico invadente ma sempre pronto a tutto, un cinico regista... Questi sono i protagonisti di Happy Next, una riflessione ironica, disincantata e al tempo stesso appassionata su come gli uomini siano alla disperata e ostinata ricerca della felicità, tra continui abbagli, inganni, speranze e delusioni.
Si ride, si gioca, si scherza, non ci si prende troppo sul serio: come nel gioco di un bambino, tutto qui è vero, eppure nulla è vero.
Fino agli applausi finali, veri o registrati che siano.
Un caos organizzato dove sono pericolosamente in bilico i confini tra realtà e finzione, una danza euforica e un po’ sgangherata per cercare di raggiungere a tutti i costi una felicità inafferrabile, sfuggente, ma comunque necessaria.

Happy Next è un grande caleidoscopio, irriverente e sincero, dove c’è spazio per tutto: dal Kamasutra a Sant’Agostino, da Marcel Proust al famoso filosofo occidentale Massimo Calcinacci.
E insieme a loro: pentole, torte umane, balletti, un colibrì e sette parole. Sette parole fondamentali a cui affidarsi, per provare a essere davvero felici.
E per scoprire che forse, per esserlo davvero, non abbiamo bisogno di cambiare il mondo, ma solo di guardarlo con occhi diversi.

 

Teatro Sociale


Ti potrebbe interessare anche


VERGINE MADRE

VERGINE MADRE

21 DICEMBRE 2021

CADUTO FUORI DAL TEMPO

CADUTO FUORI DAL TEMPO

DAL 23 NOVEMBRE 2021 AL 28 NOVEMBRE 2021

IL GRIGIO

IL GRIGIO

DAL 17 NOVEMBRE 2021 AL 21 NOVEMBRE 2021

LA NOTTE DELL’INNOMINATO

LA NOTTE DELL’INNOMINATO

DAL 02 NOVEMBRE 2021 AL 07 NOVEMBRE 2021

IL DELIRIO DEL PARTICOLARE

IL DELIRIO DEL PARTICOLARE

DAL 19 OTTOBRE 2021 AL 31 OTTOBRE 2021


soci fondatori
con il contributo di