di Friedrich Schiller
traduzione Carlo Sciaccaluga
con Laura Marinoni e Elisabetta Pozzi
Gaia Aprea, Linda Gennari, Giancarlo Judica Cordiglia, Olivia Manescalchi, Sax Nicosia
chitarra e voce Giua
regia Davide Livermore
scene Davide Livermore e Lorenzo Russo Rainaldi
costumi regine Dolce & Gabbana
costumi Anna Missaglia
sound design Mario Conte
musiche e arrangiamenti Giua
disegno luci Aldo Mantovani
regista assistente Mercedes Martini
produzione Centro Teatrale Bresciano, Teatro Nazionale di Genova, Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

“Se dovessimo individuare un denominatore comune del teatro di Schiller, diremmo che esso ruota intorno alla definizione del rapporto fra il soggetto e la politica, come luogo nel quale si materializzano in modi più emblematici il senso della storia e insieme la funzione dell’individuo nel quadro sociale: la politica in quanto fenomenologia del destino umano”. Così annotava il celebre germanista Paolo Chiarini, introducendo la raccolta delle opere teatrali di Schiller.

E non fa eccezione il potentissimo dramma Maria Stuarda, vicenda dalle tinte cupe che narra lo scontro frontale tra la regina di Scozia Maria Stuarda e la regina d’Inghilterra Elisabetta, la prima prigioniera della seconda: le due sovrane lottano per la corona in uno scontro appassionato, che determinerà le sorti future non solo dell’Inghilterra, ma dell’Europa e del mondo.

Oggi è Davide Livermore a cimentarsi nel nuovo allestimento del capolavoro di Schiller, fondato su un minuzioso lavoro di traduzione affidato a Carlo Sciaccaluga che mira a restituirci, in un italiano alto, tutta la bellezza del testo originale.

“Ciò che mi sembra interessante – spiega il regista – è provare ad ampliare la prospettiva politica insita nel testo e riflettere sul tema fondamentale della centralità della donna, ovvero del rapporto tra donna e potere. Nel trovarci di fronte queste due gigantesche figure, non possiamo non chiederci quanto e come la donna abbia dovuto interiorizzare certi meccanismi maschili della gestione del potere”.

A incarnare le regine rivali, due regine della scena teatrale italiana: Elisabetta Pozzi e Laura Marinoni. “Due grandi signore del teatro che si cambieranno di ruolo, sera dopo sera – spiega Livermore –. Chi farà Maria e chi Elisabetta? Immagino un momento rituale iniziale, una cerimonia di attribuzione del ruolo, una vestizione che sarà un grande prologo, catartico, da fare assieme al pubblico. Fino a un istante prima, Elisabetta Pozzi e Laura Marinoni non sapranno chi vestirà i panni di chi. E la vestizione, l’assunzione del ruolo, di fronte agli spettatori, è dunque parte integrante dello spettacolo. Un meraviglioso virtuosismo, tale da far pensare alle incredibili doti di Gassman e Randone quando si alternavano nelle parti di Otello e Iago. Ma vi è, in questo approccio, una motivazione drammaturgica profonda: si tratta infatti di una precisa lettura del dramma schilleriano, che svela quanto e come, in fondo, i due opposti siano la stessa cosa, quanto questa cruenta dualità altro non sia che un riflesso, un doppio, dell’Uguale”.

Teatro Sociale


Ti potrebbe interessare anche


Hiroshima mon amour

Hiroshima mon amour

DAL 16 MAGGIO 2023 AL 21 MAGGIO 2023

Boston Marriage

Boston Marriage

DAL 02 MAGGIO 2023 AL 14 MAGGIO 2023

Il domatore

Il domatore

DAL 19 APRILE 2023 AL 23 APRILE 2023

i Macbeth

i Macbeth

DAL 08 MARZO 2023 AL 26 MARZO 2023

Favola

Favola

DAL 10 FEBBRAIO 2023 AL 14 FEBBRAIO 2023

Le nostre anime di notte

Le nostre anime di notte

DAL 07 FEBBRAIO 2023 AL 12 FEBBRAIO 2023

Don Juan

Don Juan

DAL 31 GENNAIO 2023 AL 02 FEBBRAIO 2023

In piena luce

In piena luce

DAL 24 GENNAIO 2023 AL 29 GENNAIO 2023

Liberi tutti!

Liberi tutti!

DAL 17 GENNAIO 2023 AL 19 GENNAIO 2023

La corsa dietro il vento

La corsa dietro il vento

DAL 06 DICEMBRE 2022 AL 11 DICEMBRE 2022

Risate di Gioia

Risate di Gioia

DAL 02 NOVEMBRE 2022 AL 06 NOVEMBRE 2022

Come tu mi vuoi

Come tu mi vuoi

DAL 26 OTTOBRE 2022 AL 06 NOVEMBRE 2022

Il mercante di Venezia

Il mercante di Venezia

DAL 18 OTTOBRE 2022 AL 23 OTTOBRE 2022


soci fondatori
con il sostegno di
Partner CTB